Home > chi siamo

 

Chi siamo  

Il carcere è un argomento che si presta ad essere affrontato da diverse angolazioni: c´è chi ne parla dal punto di vista delle persone detenute, c´è chi ne parla dal punto di vista degli operatori, c´è chi ne parla cavalcando l´onda delle polemiche del momento, c´è chi non ne parla pochissimo pur avendo il compito istituzionale di farlo.

Dal carcere, che per definizione è un luogo chiuso e protetto, escono ed entrano parecchie informazioni. Non è vero che si parla poco di carcere, semmai è un argomento che è trattato in modo parziale e frammentario. La maggior parte delle volte si da risalto a notizie estreme (in positivo o in negativo), e questo genera confusione che genera pregiudizi ed alla fine si corre il rischio di creare "disinformazione" anche se spinti dalle migliori intenzioni.

Esiste, infatti, un indubbio scollamento tra quello che percepisce la maggior parte delle persone e quello che realmente è il "Pianeta Carcere"; non è un caso che la stessa parola CARCERE, pur essendo la più utilizzata nel gergo comune, in realtà non compare mai nelle Leggi della nostra Repubblica che parlano invece di "misure restrittive della libertà personale", "Istituti penitenziari", etc.

Chi ha un contatto diretto con il carcere per essere detenuto, per lavoro, per volontariato, vive questa contraddizione quotidianamente. E´ una contraddizione che danneggia sia chi in carcere è costretto a viverci, sia chi in carcere ci lavora, ma soprattutto danneggia chi con il carcere pensa di non aver nulla a che fare: la maggioranza dei cittadini.

Per questo, tra alcuni addetti a vario titolo nel settore penitenziario, abbiamo fondato l´Associazione Pianeta Carcere che ha l´obiettivo di raccogliere informazioni sul carcere cercando di proporle in un modo comprensibile a tutti anche a chi con il carcere non ha nulla a che fare. La nostra speranza è che questo contribuisca a far comprendere alla società che il carcere non può essere ignorato da nessuno.

L´articolo 27 della Costituzione impone anche che le pene "... devono tendere alla rieducazione del condannato", ma è un dato di fatto che questo è un principio costituzionale ampiamente disatteso. Non importa che tu sia una persona detenuta, un poliziotto, un educatore, uno psicologo, un magistrato o un avvocato o un cittadino: è un tuo dovere che quell´articolo sia messo in pratica.

Abbiamo creato l´Associazione Pianeta Carcere e il sito web www.pianetacarcere.it per:

condividere le esperienze e le conoscenze del personale, delle altre Associazioni, delle Amministrazioni pubbliche, del volontariato;

migliorare le condizioni lavorative del personale impiegato e le condizioni di vita in carcere delle persone detenute; fornire un´informazione di base per far comprendere a tutti i vari aspetti storici, giuridici ed amministrativi del pianeta carcere;

contribuire a favorire il reinserimento delle persone detenute.

Se avete avuto la pazienza di leggere fino a qui, potreste fare un altro passo e valutare l´ipotesi di aderire al nostro progetto: per esempio fornendoci materiale in vostro possesso che riguardi a vario titolo il pianeta carcere (foto, ricerche, tesi di laurea), oppure segnalandoci associazioni o persone che operano nello stesso ambito, o ancora contattandoci per collaborare direttamente con noi dell´Associazione Pianeta Carcere. Pubblicheremo le vostre risorse sul nostro sito web, ovviamente citando la fonte e gli eventuali diritti di proprietà.

Se avete un´idea da proporre o un progetto già avviato, siamo pronti a pubblicizzare le vostre iniziative o a svilupparne di nuove insieme con voi, mettendo a disposizione la nostra piattaforma tecnologica e le nostre esperienze/conoscenze.

A presto!



newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter!

Inviamo circa due newsletter al mese.









Carceri: Agenzie Stampa & Web

more

Carceri romene con meno di tre metri calpestabili: negata estradizione a detenuto


In quelle celle non sono garantiti i tre metri quadrati "calpestabili". Per questo un c ...

Leggi tutto

Detenuti del carcere di Vibo Valentia al lavoro per la Callipo la famosa azienda di inscatolamento tonno


L'idea è arrivata quasi per caso. Pensavano all'impegno già profuso da nu ...

Leggi tutto

La situazione delle carceri: un riassunto del Garante Franco Corleone delle iniziative ancora da portare a termine


Il rischio del sovraffollamento incombe nuovamente in assenza dei tanto declamati provvedimenti s ...

Leggi tutto

Nel carcere di Parma una lavanderia industriale per dare lavoro a 16 detenuti


Metti un insieme di aziende profit, una fondazione è un’amministrazione penitenziari ...

Leggi tutto

Esecuzioni sommarie per le strade delle Filippine: niente plotone d''esecuzione, costa troppo


Per evitare le esecuzioni sommarie nelle strade scatenate dal presidente Duterte (seimila vittime ...

Leggi tutto

Immagini

more

Documenti

more

Sentenza CEDU: detenzione sotto i 3 metri quadri in stanze detentive multiple è condizione degradante


La Corte europea dei diritti umani ha fissato il limite minimo che ogni detenuto deve avere in un ...

Leggi tutto

Misure cautelari: relazione al Parlamento del Ministero della Giustizia per l'anno 2015


La legge n. 47 del 2015 ha introdotto significative modifiche al codice di procedura penale in ma ...

Leggi tutto

Rapporto sul regime detentivo speciale. Indagine conoscitiva sul 41-bis


Il regime detentivo speciale previsto dall'art. 41-bis dell'ordinamento penitenziario (O.P.) ...

Leggi tutto

Mandela Rules: l'ONU adotta gli standard minimi di trattamento dei detenuti


Il 22 maggio 2015 la Commissione delle Nazioni Unite sulla prevenzione del crimine e giustizia pe ...

Leggi tutto

Relazione del Copasir a Senato e Camera sulle cosiddette operazioni Farfalla e Rientro nelle carceri


Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (COPASIR), integrato dai rappresentant ...

Leggi tutto

Messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sulla questione carceraria


Onorevoli Parlamentari, nel corso del mandato conferitomi con l'elezione a Presidente il 10  ...

Leggi tutto